Consulenza familiare

Family hands

Esiste un ciclo di vita della famiglia ed è possibile che nei momenti di passaggio da una fase all’altra, necessari ma potenzialmente critici, compaiano delle difficoltà che pongono la famiglia in una sorta d’impasse. Pensiamo, ad esempio, al momento della nascita di un bambino, della morte di un genitore, del pensionamento o dell’uscita di casa di un figlio, ormai adulto. Tutti questi eventi, normativi e paranormativi, producono delle piccole ‘crisi’ all’interno del nucleo familiare, che possono essere affrontate in maniera normale o, spesso, conflittuale.

Può accadere che uno dei membri della famiglia possa soffrire più degli altri, e che gli altri possano non percepire o non comprendere tale disagio, così come possono crearsi situazioni generalizzate di sofferenza.
E’ possibile, quindi, che le relazioni all’interno della famiglia possano diventare problematiche e, in alcuni momenti, molto conflittuali. La comunicazione può trasformarsi in un’aspra disputa con conseguente interruzione del dialogo.
Discussioni continue, incomprensioni, difficoltà ad ascoltare l’altro o ad essere ascoltati, difficoltà a controllare le proprie reazioni (sbalzi di umore, chiusure, sfide, provocazioni, comportamenti oppositivi, ecc.) possono causare sofferenza e disagio psicologico per uno o più membri della famiglia.

La consulenza psicologica familiare è indicata in tutti i casi in cui a soffrire sia uno o più membri del sistema familiare, ed è volta ad analizzare e ridefinire lo specifico ‘lessico familiare’ in cui i membri sono evidentemente intrappolati.

Privacy Policy